24 francesismi di uso quotidiano nell’italiano

Sarà che gli italiani sono un po’ esterofili ma non si può negare che la lingua italiana sia costellata da parole, locuzioni e frasi provenienti da altre lingue, soprattutto dall’inglese, dal francese e dal latino.

La così ricca cultura francese  ha rivestito senz’altro un ruolo importante nello sviluppo di tutta la cultura europea negli ultimi secoli. Per questo motivo non è strano che molte parole siano entrate a pieno diritto nei vocabolari delle altre lingue eruopee e in particolare in quello della lingua italiana.

Alcuni lingusti stimano che il  7 % del lessico italiano è costituito da parole francesi, una percentuale non trascurabile.

Questi francesismi sono entrati a far parte del dizionario italiano e vengono usati con naturalezza nel quotidiano di molti parlanti nativi della bella lingua.

Usare queste espressioni, oltre a farvi sembrare più naturali, vi permetterà di esprimervi in maniera più elegante e sofistica.

Come usare i francesismi in italiano? In questa lingua alcuni degli esempi più classici!

 

  1. Nella vita ci vuole un po’ di savoir – faire per cavarsela in certe situazioni
  2. Se la tua macchina è in panne significa che hai subito un guasto meccanico improvviso
  3. Se mangi frutta a gogò significa che ne mangi tantissima
  4. Se lavori con un’equipe di esperti, sei fortunato
  5. Se non perdi mai l’aplomb  significa che non perdi mai il controllo
  6. Se hai dello charme farai sicuramente colpo su qualcuno
  7. Se fai una gaffe significa che hai fatto qualcosa che crea imbarazzo
  8. Se frequenti spesso un locale, potresti dire di essere un habitué di quel posto
  9. Se fai delle avances a una donna significa che ti piace
  10. Se ti piace parlare per clichései probabilmente noioso!
  11. Se ti ritrovi in un cul de sac, ti trovi in una strada senza via d’uscita
  12. Se ti piace un film noir sei anche un amante dei thriller
  13. Hai una défaillance quando hai un momento di debelezza fisica o un vuoto di memoria
  14. Se riesci a visitare  tutta l’Italia in 10 giorni allora hai fai un vero e proprio tour de force!
  15. Se il tuo capo ti licenzia all’improvviso e senza motivo, averai probabilmente uno choc
  16. Se vuoi fare contenta una donna dovresti regalarle un bouquet di fiori
  17. Se parli tete à tete con qualcuno significa che siete in due e parlate di qualcosa di serio
  18. Una débâcle è una sconfitta morale, politca o sportiva
  19. Sei sei una femme fatale avrai uno stuolo di uomini ai tuoi piedi
  20. Se la routine ti uccide, fai in modo di cambiare vita
  21. Non rassegnarti al detto, c’est la vie, si può fare sempre qualcosa per cambiare
  22. Se segui il bon ton hai delle buone maniere
  23. Se dici qualcosa pour parler allora è meglio che stai zitto!
  24. Se ti trovi in un’ impasse, ti trovi in una situazione difficile

Molte altre parole prestate dai cugini francesi fanno parte del lessico della gastronomia. D’altro canto i francesi hanno una delle migliore cucine al mondo e i loro piatti sono entrarti a pieno diritto a far parte del nostro vocabolairo e della nostra cucina.

Chiedere un croissant o una brioche a colazione o un vin brulé per riscaldarsi ai mercatini di Natale fa molto più chic che chiedere un cornetto o un vino caldo.

In un bistrot si possono ordinare: il paté , la quiche, il puré, la baguette, l‘omelette e come dessert un frappé, un bigné, una crepe, una crème brûlé o i marrons glacés   .

Un altro campo in cui i francesi fanno concorrenza agli italiani è senz’altro quello della moda e dell’abbigliamento. Sono numerosissime le parole francesi di uso comune in italiano, che si riferiscono al mondo dei vesiti come la salopette, la culotte, il gilet, il papillon, il tailleur, il bustier, i collant . Un maglione invernale può essere di cachemire e una maglietta estiva a pois. E tutto ciò si può comprare in una boutique. Una boutique può vendere abiti vintage e qualche volta démodé.

Nelle nostre case si può camminare sul parquet o la moquette e si trovano quasi sempre un sofa, e quslche abat-jour.